La manifestazione Internazionale dedicata al vino buono pulito e giusto

La Slow Wine Fair, organizzata da BolognaFiere, con la direzione artistica di Slow Food e la partecipazione di FederBio, è la prima fiera basata sui criteri del Manifesto del Vino Buono e Pulito, nato dall’esperienza maturata da Slow Food durante tutta la propria storia. Le cantine che vi si riconoscono devono adottare una chiara filosofia produttiva e agricola. Una filosofia che mira a creare vini che siano lo specchio del terroir di provenienza, che valorizzino la biodiversità e rispettino il paesaggio, che siano il frutto di una rete di collaborazione con la comunità agricola del territorio in cui sono prodotti. Che siano amici dell’ambiente, e dunque prodotti secondo un uso sostenibile e cosciente delle risorse ambientali e senza utilizzare sostanze chimiche di sintesi. I viticoltori che hanno fatto propria questa filosofia e i loro vini sono i protagonisti della Slow Wine Fair.

Aprire il dibattito sul vino per cambiare rotta, dalla vigna alla bottiglia

Attraverso la produzione e il consumo di un certo tipo di vino si ha l’obiettivo di incidere nel futuro della viticoltura che è ancora troppo legata all’uso della chimica e ha stravolto la biodiversità dei terroir di maggior successo imponendo la monocultura. Da qualche anno, però, le avanguardie più illuminate dei vigneron hanno capito che un cambio di rotta è necessario. Secondo questa logica, il vino è qualcosa che va oltre il bicchiere e che include ambiti di importanza strategica per il futuro di noi tutti.

Gli appuntamenti in collaborazione con FederBio

  • CONVEGNO: Bio è Vita – Benché stiamo attraversando una fase di grandi ed epocali cambiamenti, il bio ha confermato la tendenza di crescita in tutto il 2022. Nell’export si è arrivati sino a un +11%, con alcuni settori, come il vino, arrivati sino al 19%. A volte, però, il bio rischia di essere percepito solo come una moda, mentre è necessario fare un passo ulteriore e rendere il pubblico sempre più consapevole dei benefici dell’agricoltura bio. Grazie alla preziosa partnership con la Slow Wine, il 22 febbraio 2023 alle ore 18.00, si terrà il convegno dal titolo: Bio è Vita.  Un momento di riflessione sulla viticoltura biologica che, a partire dall’analisi della situazione attuale, disegni anche gli scenari futuri del settore. Scopri tutti i dettagli e registrati al convegno online: https://slowinefair.slowfood.it/evento/bio-e-vita/
  • MASTERCLASS: Alla scoperta dei distretti biologici italiani con FederBio – il 27 febbraio alla Slow Wine Fair si terrà una masterclass che pone al centro dell’attenzione i vini più rappresentativi di alcuni tra i principali distretti biologici italiani. Attualmente sono ben 51 i distretti biologici in Italia e questo evento rappresenta l’occasione per conoscere queste zone che hanno scelto di certificare il proprio territorio con l’obiettivo di migliorare radicalmente la vita dei propri cittadini e di affrontare la sostenibilità ambientale non solo dal punto di vista strettamente agronomico. Scopri tutti i dettagli dell’evento: https://slowinefair.slowfood.it/evento/alla-scoperta-dei-distretti-biologici-italiani-con-federbio/

Scopri tutti gli altri appuntamenti sul vino Bio alla Slow Wine Fair 23: https://slowinefair.slowfood.it/evento/

SCARICA LA CARTELLA STAMPA

ORGANIZZATO DA

DA UN’IDEA DI

CON IL SUPPORTO DI